Parco Archeologico di Centocelle: “Concedere la proroga ai rottamatori è una decisione antiambientalista”

Parco Archeologico di Centocelle: “Concedere la proroga ai rottamatori è una decisione antiambientalista”

Neanche il crescente numero di incendi che dall’inizio della stagione estiva devastano il Parco Archeologico di Centocelle sembra aver scosso le coscienze del Consiglio capitolino. A dimostrazione di questo, la decisione di bocciare la mozione presentata da Sinistra Italiana – su sollecitazione del Coordinamento Parco Archeologico di Centocelle Libero – di riattivare l’iter per la delocalizzazione degli sfasciacarrozze di viale Palmiro Togliatti fuori dal Grande Raccordo Anulare. 

Secondo l’assessore alla Sostenibilità Ambientale, Pinuccia Montanari e il presidente della Commissione capitolina Ambiente Daniele Diaco, lo spostamento degli autodemolitori, se ne contano ben 24 (contando solo quelli autorizzati), equivale semplicemente a spostare il problema altrove. 

La delocalizzazione degli autodemolitori – afferma Amedeo Trolese, presidente del Circolo Città Futura Legambiente – è una conditio sine qua non per la piena fruizione del parco da parte della cittadinanza. Non è possibile infatti che all’interno di un’area con vincoli archeologici e paesaggistici siano presenti degli sfasciacarozze, senza parlare della totale incompatibilità ambientale di queste attività. Inoltre loro sono disponibili a delocalizzarsi.

La decisione di concedere la proroga ai rottamatori è antiambientalista e insostenibile – continua Trolese – l’Amministrazione Capitolina pensa che un giorno gli autodemolitori scompariranno da soli. Che è lo stesso pensiero che si è usato per lo pseudo-piano dei rifiuti di Roma, salvo poi programmare di portarne un milione di tonnellate all’inceneritore di Colleferro.

Non è questo che vogliono e che aspettano da 40 anni i cittadini del quadrante di Roma sud-est. Il Parco Archeologico di Centocelle è strategico – conclude il presidente del Circolo Città Futura Legambiente – per la riqualificazione ambientale, sociale e culturale di questa importante porzione di città, un corridoio ecologico unico. Ma che ne pensa la Giunta Boccuzzi?”.

Annunci

Circolo Città Futura Legambiente: “Un patrimonio naturale e non solo sta andando in fumo sotto gli occhi incuranti delle istituzioni”

Ph Facebook

Sono più di 10 giorni che alcuni dei parchi del Municipio Roma V vanno continuamente a fuoco, per non parlare dei roghi che si sprigiona dai campi nomadi della zona di Tor Sapienza nell’indifferenza più totale dell’amministrazione comunale e municipale.

Ci piacerebbe sapere se sono in corso indagini giudiziarie oppure amministrative, con conseguenti analisi dell’aria e dei terreni. Ci piacerebbe avere qualche informazione, ma abbiamo il nulla ricoperto dal niente.

Un patrimonio naturale e non solo sta andando in fumo sotto gli occhi incuranti delle istituzioni. Cosa succede in questa città?

“Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”, l’iniziativa di Legambiente nel Municipio Roma V

“Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”, l’iniziativa di Legambiente nel Municipio Roma V

Se la scuola è pulita e curata, frequentarla è più bello! Con questo spirito insegnanti, genitori ed alunni del Municipio Roma V hanno aderito alla storica iniziativa rivolta alle scuole di Legambiente “Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”.

Attraverso queste giornate di pulizia straordinaria, Legambiente ha voluto promuove azioni concrete di rigenerazione di spazi scolastici coinvolgendo chi vive in prima persona questi luoghi – dirigenti, docenti e personale ATA – e chi li frequenta – genitori e bambini – cogliendo l’occasione per sottolineare l’importanza di trasmettere i valori di un’educazione alla cittadinanza attiva e di venire a conoscenza delle problematiche della scuola da fare presenti alle amministrazioni.

Nel corso di questi mesi sono stati diversi gli istituti sparsi nel vasto territorio del Municipio Roma V che si sono adoperati per migliorare l’ambiente scolastico, grazie anche al supporto del Circolo Città Futura di Legambiente. A partecipare all’iniziativa le scuole materne comunali: “Fausto Cecconi”, “Gioacchino Gesmundo”, “Grazia Deledda”, “Il Pettirosso”, “Trilussa”, “Alessandro Marcucci”.

“Siamo stati davvero felici di lavorare al fianco di persone di buona volontà che hanno deciso di rimboccarsi le maniche per riportare le scuole del territorio ad uno stato di decoro– afferma Amedeo Trolese, presidente del Circolo Città Futura – Oltre a sensibilizzare i cittadini attuali e futuri sull’importanza di amare e rispettare l’ambiente in cui viviamo, è stata un’occasione importante per interfacciarsi con l’amministrazione municipale sui reali problemi delle strutture scolastiche – continua Trolese – Per questo, ringraziamo l’Assessora del Municipio Roma V Jessica Amadei, per la disponibilità e la collaborazione”.

Un grazie va anche agli operatori di Ama Roma, partner di “Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”, che hanno fornito alle scuole attrezzature e materiale per la pulizia. Centinaia i sacchi riempiti e recuperati al termine delle giornate di volontariato che sono stati correttamente smaltiti e differenziati.

“Contro la dismissione del campo di calcio di #VillaGordiani, serve una rigenerazione urbana della zona”

“Contro la dismissione del campo di calcio di #VillaGordiani, serve una rigenerazione urbana della zona”

Sembra che stia per essere scritta la parola fine sulla lunga e gloriosa storia del campo di calcio del Parco Archeologico di Villa Gordiani. Questa è infatti la decisione presa dalla giunta Boccuzzi, del MunicipioRomaV all’interno della direttiva n°18 dell’8 maggio 2017, che intende dismettere l’area dell’ex impianto sportivo e farla tornare parte del verde pubblico.

Il Circolo Città Futura di Legambiente, che opera da oltre 20 anni sul territorio del Municipio Roma V, si schiera fermamente contro questa scelta. “Il campo di calcio di Villa Gordiani rappresenta un punto di riferimento importante per il quartiere – afferma il presidente del Circolo, Amedeo Trolese – un luogo storico.

Quella parte di  VillaGordiani è da sempre stata a vocazione sociale, sono presenti la bocciofila ed il centro anziani, ma anche il campo di basket e la pista di pattinaggio. Inoltre, le attività sportive possono, anzi devono, coesistere con i parchi. Troviamo intollerabile che questa giunta – continua Trolese – scappi dai problemi e prenda delle pericolose scorciatoie per distruggere la storia dei quartieri.

Invece di chiudere e sopprimere la storia dello sport popolare di Villa Gordiani, si avvii una rigenerazione urbana e umana di quella parte di parco rilanciando le attività sportive e sociali attraverso la sostenibilità, simboli di una rinascita della zona che passa anche al rilancio della Scuola Pianelli baluardo democratico e di cultura del territorio.

Questa è la sfida che noi vogliamo lanciare alle istituzioni per portare ad una visione altra ed alta dei quartieri in chiave rigenerativa – conclude il presidente del Circolo Città Futura – Una sfida e un progetto che presenteremo il prossimo 20 maggio nell’ambito della Magnalonga di Roma”.

Convenzioni soci 2017

COSTRUISCI CON NOI IL MONDO CHE VORRESTI: DIVENTA PROTAGONISTA, PARTECIPA ATTIVAMENTE! 

In una città come Roma in cui le problematiche ambientali continuano ogni giorno a creare notevoli disagi per i cittadini di ogni età, l’unica soluzione per svegliare le istituzioni è quella di scendere in campo.

Anche tu con il tuo piccolo contributo puoi fare la differenza, unisciti a Legambiente!n una città come Roma in cui le problematiche ambientali continuano ogni giorno a creare notevoli disagi per i cittadini di ogni età, l’unica soluzione per svegliare le istituzioni è quella di scendere in campo.

CONVENZIONI LEGAMBIENTE CITTÀ’ FUTURA 2017

Legambiente è un’associazione senza fini di lucro, le attività che organizza sono frutto dell’impegno volontario di migliaia di cittadini che con tenacia e fantasia si impegnano per tenere alta l’attenzione sulle emergenze ambientali del Paese.

Entra in azione, ci sono tanti modi per partecipare e ogni contributo, per quanto piccolo, fa parte di un grande progetto: costruire un mondo migliore.

Diventa socio del Circolo Città Futura di Legambiente del Municipio Roma V. Per conoscere le nostre attività vieni a trovarci ogni Mercoledì dalle 18,30 in poi in via Oberdan Petrini 11, oppure seguici sul sito www.legambientecittafutura.wordpress.com o su Facebook: Legambiente Circolo Città Futura; oppure scrivici: cittafuturacircolo@gmail.com

CONVENZIONI LEGAMBIENTE CITTÀ’ FUTURA 2017

Tranvetto Centocelle-Giardinetti, è urgente un incontro con l’assessore alla Mobilità della Regione Lazio

Tranvetto Centocelle-Giardinetti, è urgente un incontro con l’assessore alla Mobilità della Regione Lazio

Il Circolo Città Futura di Legambiente esprime seria preoccupazione sulla vicenda della tratta ferroviaria Centocelle-Giardinetti a seguito della diffusione della nota dell’Osservatorio Trasporti. Come evidenziato da quest’ultimo, sulla situazione del “Tranvetto” è necessario chiedere un incontro con l’Assessore alla Mobilità della Regione Lazio, Michele Civita, per ribadire l’importanza della linea ferrotranviara per i pendolari della zona.

“Il Circolo Città Futura di Legambiente torna nuovamente – spiega il presidente Amedeo Trolese – a sostenere l’importanza della tratta Centocelle-Giardinetti, che prima della sua contrazione alla Stazione di Centocelle trasportava una media di 40.000 passeggeri al giorno tanti quanti l’AV Roma-Milano, sottolineando che non può e non deve essere considerata un doppione della linea C della metropolitana.

Anche perché con la sua sospensione – continua Trolese – non viene sostituito un collegamento su rotaia con una linea metropolitana, bensì con trasporto su gomma (bus 106) e lo stesso per gli autobus che ne percorrono il medesimo itinerario (bus 105). Così, in una città dove l’inquinamento è una delle problematiche più difficili da contrastare, la cura del ferro viene di nuovo soppiantata da un sistema che favorisce l’utilizzo del trasporto privato”.

Il Circolo Città Futura di Legambiente aderisce a “M’illumino di Meno”

Il Circolo Città Futura di Legambiente aderisce a “M’illumino di Meno”

Il Circolo Città Futura di Legambiente aderisce alla tredicesima edizione di “M’illumino di Meno”, l’iniziativa promossa dal programma radiofonico “Caterpillar” in onda sulle frequenze di Rai Radio 2.

Come ogni anno il messaggio principale che si vuole diffondere con questa mobilitazione a livello europeo è quello di mettere in atto un gesto, anche simbolico, per sensibilizzare sul tema dello spreco di risorse.

millumino-di-meno-2017-banner-fb2Per portare avanti quest’obiettivo anche nel territorio del Municipio Roma V, venerdì 24 febbraio – dalle 15 alle 19 – i volontari del Circolo Città Futura promuoveranno a Largo Agosta una raccolta firma in sostegno della campagna europea “Salva il Suolo-People4Soil“, sostenuta da oltre 400 associazioni, al fine di chiedere all’Unione Europea l’istituzione di norme specifiche a tutela del suolo, un bene essenziale al pari dell’acqua e dell’aria.

“Ogni anno in Europa spariscono sotto il cemento 1000 kmq di suolo fertile, un’area estesa come l’intera città di Roma – spiega Amedeo Trolese, presidente del Circolo Città Futura – Nonostante questo, in Europa, non esiste una legge comune che difenda il suolo. I cittadini di tutta Europa chiedono di difenderlo dal cemento, dall’inquinamento e dagli interessi speculativi”.

Per maggiori informazioni sulla petizione visita il sito: https://www.salvailsuolo.it/

Il 30 ottobre scade la VII edizione del Premio Giornalistico “Oltre le righe”

Il 30 ottobre scade la VII edizione del Premio Giornalistico “Oltre le righe”

Manca pochissimo alla scadenza della VII edizione del Premio Giornalistico “Oltre le righe” dedicato a Lidia Giordani, giornalista con la passione per l’economia e l’ambiente scomparsa troppo presto, all’età di 35 anni, dopo una breve e terribile malattia.

C’è tempo sino al 30 ottobre per partecipare all’iniziativa promossa da Legambiente “Circolo Città Futura” ed il Liceo Francesco d’Assisi di Roma, in particolare la classe 4°C.  Proprio da quest’ultimi è nata l’idea di riservare la partecipazione a ragazze e ragazzi under 18 o frequentanti le classi secondarie degli istituti di secondo grado, visto che fino ad oggi il premio vedeva protagoniste le giornaliste under 35.

I partecipanti si cimenteranno sul tema “Il volontariato per cambiare: Ambiente, diritti e integrazione. L’impegno civico che fa l’Italia più giusta”. “Un modo per raccontare i luoghi in cui viviamo – dichiara Amedeo Trolese, presidente del Circolo “Città Futura” di Legambiente – attraverso gli occhi e le esperienze dei giovani”.

Continua a leggere “Il 30 ottobre scade la VII edizione del Premio Giornalistico “Oltre le righe””

Alla “Casa della Cultura” di Villa De Sanctis la mostra fotografica dei ragazzi del Liceo Scientifico ”Francesco d’Assisi”

Alla “Casa della Cultura” di Villa De Sanctis la mostra fotografica dei ragazzi del Liceo Scientifico ”Francesco d’Assisi”

Dal 12 al 14 ottobre 2016, presso la Casa della Cultura di Villa De Sanctis (via Casilina, 665), si terrà la mostra fotografica organizzata dagli studenti della 4 C del Liceo Scientifico “Francesco d’Assisi” in collaborazione con il Circolo “Città Futura” di Legambiente.

La mostra farà da cornice ad una serie di appuntamenti che concluderanno il percorso di formazione di alternanza scuola-lavoro che ha visto protagonisti i ragazzi della IV C dell’istituto insieme a Legambiente.

Mercoledì 12 ottobre, alle ore 9,00, la mostra si aprirà agli studenti delle scuole per presentare il patrimonio culturale del V municipio. L’esposizione rimarrà aperta all’interno della “Casa della Cultura” fino al 14 ottobre. Sempre mercoledì, alle ore 17:30, inaugurazione ufficiale della tre giorni e presentazione del libro di Riccardo Taverna, autore del libro “Tutte le Fortune”: i ragazzi che con le loro domande permetteranno al pubblico di conoscere meglio la sua storia particolare. Continua a leggere “Alla “Casa della Cultura” di Villa De Sanctis la mostra fotografica dei ragazzi del Liceo Scientifico ”Francesco d’Assisi””

Partecipa al premio giornalistico “Lidia giordani”

Partecipa al premio giornalistico “Lidia giordani”

Al via il premio giornalistico “Oltre le Righe” dedicato a Lidia Giordani
La VII edizione dedicata ai giovanissimi
In collaborazione con il Liceo Francesco d’Assisi di Roma
 Legambiente Circolo Città Futura lancia la VII edizione del Premio Giornalistico “Oltre le righe” dedicato a Lidia Giordani, giornalista con la passione per l’economia e l’ambiente scomparsa troppo presto, all’età di 35 anni, dopo una breve e terribile malattia.
Lidia Giordani, formatasi presso l’Istituto per la formazione al giornalismo ‘Carlo De Martino’ di Milano, è stata collaboratrice dell’Adnkronos nel settore economico e politico. Giornalista parlamentare, dopo gli inizi romani alla rivista “La Sesta”, ha collaborato presso l’Ansa, “il Messaggero” e diverse testate radiotelevisive, tra le quali Radio Blu Sat 2000 e Rtl 102.5.
Lidia Giordani, volontaria di Legambiente, ha condiviso con l’associazione il progetto “Oltre le Righe” che ha l’obiettivo di portare sul territorio romano eventi culturali e occasioni di confronto. Lidia, umanamente e professionalmente è stata una persona appassionata, versatile, scrupolosa e combattiva: un punto di riferimento che va promosso e valorizzato. Il Premio Giornalistico intitolato a suo nome intende ricordarla dando sostegno a giovani che vogliono approcciarsi al mondo del giornalismo, in particolare a quello attento alle tematiche ambientali”.

Continua a leggere “Partecipa al premio giornalistico “Lidia giordani””

Puliamo il mondo 26 settembre 2015

Puliamo il mondo 26 settembre 2015

PIMLa partecipazione vince il degrado urbano
Puliamo il Mondo
Ripuliamo e valorizziamo l’Acquedotto Alessandrino in via dei Pioppi a Centocelle
26 SETTEMBRE 2015 ORE 10.00

Mattinata di volontariato: mani sporche, condivisione e l’archeologia del territorio. Unisciti a noi, volontari di Legambiente e all’Associazione culturale Islamica in Italia di via dei Frassini, 4, per la pulizia di un tratto dell’Acquedotto Alessandrino a Centocelle e per chiederne la manutenzione e la valorizzazione.

Essere protagonisti, pronti a prendersi cura del Pianeta con azioni concrete a favore dell’ambiente.

È questo lo spirito di Puliamo il Mondo, la famosa e più grande iniziativa internazionale di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente.

Unisciti a noi per chiedere una migliore qualità della vita.
Vieni e dai una mano a migliorare il tuo quartiere e porta un amico.

In collaborazione con
e Comitato di Quartiere Centocelle storica

http://www.romatoday.it/cronaca/puliamo-il-mondo-nel-municipio-roma-5.html

http://www.abitarearoma.net/puliamo-il-mondo-2015-nel-v-municipio-tanti-i-volontari-scesi-in-campo/#.VgpR4rQaCrs

https://www.youtube.com/watch?v=G51CcTgwhI8&app=desktop (dal minuto 35 in poi..)

Legambiente Circolo Città Futura
cittafuturacircolo@gmail.com http:// legambientecittafutura.wordpress.com/

Abbracciamo il Parco di Centocelle

Abbracciamo il Parco di Centocelle

Un’altra meravigliosa iniziativa al Parco di Centocelle con i volontari della

foto 1Hewlett-Packard

COMUNICATO STAMPA
22 maggio 2015
PARCO ARCHEOLOGICO DI CENTOCELLE
#ABBRACCIAMOLO

Venerdì 22 maggio, il Circolo Città Futura di Legambiente e i volontari della Società HP hanno ripulito una parte del Parco Archeologico di Centocelle. Un vero e proprio abbraccio per ribadire con forza che vogliamo:

– un parco archeologico a tutti gli effetti;
– lo sgombero definitivo degli sfasci;
– una manutenzione degna di questo nome;
– un’accessibilità pedonale diretta dai quartieri di Centocelle, Quadraro e Torrespaccata (il parco è circondato da vere autostrade urbane, quali via Casilina e viale Palmiro Togliatti).
Nel corso della mattinata abbiamo raccolto 100 sacchi di immondizia varia nell’area dove siamo riusciti ad intervenire, più masserizie varie. Negli ultimi 6 mesi questo è il quarto intervento del Circolo per mettere al centro dell’opinione pubblica locale e cittadina l’importanza vitale di questa area a verde per questo quadrante di città sia dal punto di vista della Rete Ecologica che dal punto di vista dell’interesse storico archeologico e di sviluppo sostenibile del territorio.
Vogliamo far capire che solo attraverso la completa valorizzazione del Parco di Centocelle si potrà avere una maggiore fruibilità da parte dei cittadini: l’abbandono in cui versa ora la grande area verde di Roma sud-est, porta solo il malaffare e il degrado e lascia fuori migliaia e migliaia di abitanti affamati di verde e qualità della vita.
Si tratta di richieste semplici ma fondamentali per far vivere il Parco che può diventare uno dei parchi archeologici più belli d’Italia!
Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio pensa che “l’abbraccio simbolico al Parco Archeologico di Centocelle foto 2servirà per ricordare ad enti ed istituzioni che un luogo del genere, custode di bellezze naturali e storiche, deve essere protetto e curato per essere liberato dal degrado che lo ha caratterizzato di recente; i romani devono potersi riappropriare di una delle più belle aree verdi della capitale”.
Amedeo Trolese, p.te del Circolo Città Futura, ribadisce che investire nella manutenzione del verde in questo Municipio ma nella città intera è l’unica strada per creare vera bellezza, migliorare la qualità della vita delle persone, creare una vera e sostenibile economia per Roma.
Alla mattinata di volontariato ha partecipato anche il CDQ Centocelle Storica che da anni persegue l’obiettivo che il Parco manifesti tutta la sua potenzialità col recupero delle Ville Romane, che viva e che sia facilmente accessibile a tutti, col superamento della frattura dovuta a via Casilina e alla ferrovia urbana.
Interessante e prezioso l’intervento della dottoressa Gioia che per la soprintendenza sta seguendo i lavori all’interno del Parco.
Si ringrazia il Municipio V per il patrocinio e la partecipazione di rappresentanti dell’associazione Bike to school di Centocelle.

foto 3

“Non ti scordar di me” 14 marzo 2015

“Non ti scordar di me” 14 marzo 2015

Comunicato Stampa

Roma, 14 marzo 2015

OPERAZIONE SCUOLE PULITE 2015

Nontiscordardimé di Legambiente, la campagna dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici “Una giornata di mobilitazione collettiva ma anche un’occasione per far presente alle istituzioni le carenze e i problemi degli edifici scolastici”

Murales, pulizia delle aule, piantumazioni di piante e fiori nei cortili, ritinteggiature degli spazi comuni: sabato 14 marzo Nontiscordardimé di Legambiente, è la giornata nazionale di volontariato dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici, rivolta a tutte le scuole di ogni ordine e grado. Un momento di educazione alla cittadinanza attiva per i ragazzi, utile inoltre per fare presente alle amministrazioni eventuali carenze e necessità di intervento negli edifici.
Quest’anno parteciperanno all’iniziativa 482 scuole di tutta Italia con la partecipazione di circa 85.000 ragazzi.
“Nontiscordardimé – spiega Amedeo Trolese, Presidente del circolo Città Futura di Legambiente – è una grande giornata di festa e di impegno collettivo per salvaguardare, tutelare e valorizzare la scuola e il territorio in cui si vive. La scuola è un importante bene comune, un laboratorio che produce e diffonde bellezza, un luogo primario per la formazione alla cittadinanza e la sperimentazione della convivenza civile e un presidio di qualità del territorio. L’iniziativa proseguirà anche nelle prossime settimane perché alcune scuole stanno tuttora continuando ad aderire e la partecipazione che ogni anno questa iniziativa registra, dimostra non solo il grande interesse di cittadini e studenti a questi temi, ma anche la voglia di fare qualcosa di concreto per rilanciare, rendere più belli e accoglienti gli edifici scolastici”.
Da anni Legambiente denuncia la necessità di un impegno maggiore delle istituzioni per mettere in sicurezza molti edifici scolastici e il suo dossier Ecosistema Scuola 2014 riporta dati ancora molto preoccupanti: il 58% delle scuole è stato costruito prima dell’entrata in vigore della normativa antisismica del 1974. Il 32,5% necessita di interventi urgenti di manutenzione. Il 9,8% degli edifici si trova in aree rischio idrogeologico, il 41,2% in aree a rischio sismico e l’8,4% a rischio vulcanico. Calano al 30,9% gli edifici dotati dei certificati essenziali come quello della prevenzione incendi, mentre solo 22,2% sono le scuole dove è stata effettuata la verifica di vulnerabilità sismica. La crisi economica e la minore disponibilità dei Comuni ad investire, anche a causa dei vincoli posti dal patto di stabilità, ha portato inoltre ad un calo delle scuole che hanno servizi scuolabus (22,5%) e pedibus (5,2%). Numeri che confermano lo stallo in cui si trova la qualità del patrimonio dell’edilizia scolastica italiana, che fatica a migliorare.
Nel Municipio V di Roma Capitale oltre 6 plessi scolastici hanno deciso di “rimboccarsi le maniche”. Sono stati invitati a partecipare il presidente del Municipio V, Giammarco Palmieri e gli assessori municipali, Stefano Veglianti e Nunzia Castello.
“Questa adesione – racconta Luciano Ventura, coordinatore dell’iniziativa nel Municipio V – è l’esempio di quanto i cittadini si sentano vicini ai problemi della scuola ed è il proseguimento di quel Patto civico per la scuola pubblica che lanciammo in occasione nell’edizione di Nontiscordardimé di due anni fa. Un successo che ci spinge a lavorare di più per le scuole del nostro territorio insieme ai tanti soggetti che delle scuole si occupano, come l’associazione l’ACSD Casilino 23, che ogni giorno, nelle scuole, contribuiscono ad alzare la qualità culturale dei nostri quartieri”.
Visto il grande successo di partecipazione di questi anni, Legambiente in occasione di Nontiscordardimè ripropone il concorso fotografico “La scuola in un click” ed invita classi e scuole ad inviare le immagini più significative della giornata. I tre migliori reportage verranno premiati con un kit per la lettura, le energie rinnovabili e il gioco. Per maggiori info: http://www.legambientescuolaformazione.it

Visita alle Catacombe di San Marcellino

Visita alle Catacombe di San Marcellino

In occasione della “domenica senza auto” che si svolgerà Domenica 1 febbraio 2015 alle ore 11 ci sarà la Visita alle Catacombe di San Marcellino.Per prenotarsi, chiamare il Circolo Città Futura, 370 3073567 o inviare una email a cittafuturacircolo@gmail.com.Il costo della visita è di  8 euro per gli adulti e di  5 euro per i ragazzi sotto i 15 anni.La prenotazione sarà valida al saldo della quota da effettuarsi al Circolo, viale della Venezia Giulia, 69. Per ulteriori informazioni o anche per prenotarsi è possibile compilare il seguente form:

http://www.youtube.com/watch?v=x0mofACPqH8

LA PARTECIPAZIONE VINCE IL DEGRADO URBANO

LA PARTECIPAZIONE VINCE IL DEGRADO URBANO

Essere protagonisti green, pronti a prendersi cura della propria città, con azioni concrete a favore della collettività e dell’ambiente. È questo lo spirito dell’iniziativa tenutasi Domenica 14 Dicembre 2014, presso la stazione FS Serenissima sulla linea FL1. Questa stazione, aperta al pubblico il 1° febbraio del 2007, era stata vista come un sogno divenuto realtà per i cittadini di questa parte di Roma del Municipio 5 per poter disporre, finalmente, di treni metropolitani, i quali impiegano solo 11 minuti per raggiungere la stazione FS di Tiburtina, e da lì aver la possibilità di  raggiungere tutte le altre direzioni di Roma grazie sia agli altri treni FS per Tuscolana, Ostiense, Trastevere, S. Pietro, Settebagni, Fara Sabina, Orte e sia alla fermata della linea metro B, e ovviamente a quelle della metro A a Termini.

Domenica lo scenario che si è presentato davanti agli occhi dei volontari del Circolo Città Futura di Legambiente e di Retake Centocelle che, come spesso è accaduto negli ultimi mesi, hanno unito le forze per dar maggior valore alle loro iniziativa, più che le sembianze di un sogno aveva quelle di un incubo. Una stazione completamente abbandonata a se stessa, un gran ricettacolo di immondizia e degrado. Un’area, per niente sorvegliata o manutentata, che lascia spazio a piccole “discariche” a cielo aperto. Un’illuminazione carente, a causa dell’assenza dei corpi illuminanti (probabilmente rubati e non più sostituiti) che favorisce insediamenti abusivi e attività poco lecite nelle ore notturne. A contorno di tutto questo nessuna assistenza (o informazioni) ai viaggiatori, in bacheca orari dei treni risalenti al 2012/2013 e avvisi attaccati con “malagrazia” con lo scotch trasparente. Impossibilità di raggiungere la stazione con l’ascensore, fuori uso da sempre e anche la scala mobile non funzionante. Un luogo che doveva rappresentare una rivoluzione, una svolta, nell’ambito della mobilità romana, soprattutto per il quadrante est della città, si è presto trasformato nell’ennesimo luogo di “vergogna” e terra di nessuno. Tuttavia, iniziative come quella di domenica ci fanno ancora credere che con partecipazione e l’impegno sociale di tutti, cittadini e istituzioni, si possa battere il degrado e l’incuria…. Ecco alcune foto dell’iniziativa

Questo slideshow richiede JavaScript.

FESTA DEL TESSERAMENTO DEL CIRCOLO

FESTA DEL TESSERAMENTO DEL CIRCOLO

GIOVEDì 18 DICEMBRE a partire dalle ore 17,00 si svolgerà la   FESTA DEL TESSERAMENTO DEL CIRCOLO   presso la sede del Circolo, in viale della Venezia Giulia, 69. Sarà possibile fare tre buone azioni acquistando il panettone e l’agenda che vedete in foto e sottoscrivere un anno di impegno sociale per migliorare la vita di tutti noi.

Infine ci scambieremo gli auguri per le imminenti feste di fine anno, tra panettoni, pandori, torroni,bagnati da prosecco, vini e bevande varie.

Vi aspettiamo tutti.

Ps E’ buona cosa che ognuno di noi porti una leccornia o una bevanda e sarebbe opportuno confermare la vs preziosa presenza.

 
MOSTRA FOTOGRAFICA : RACCONTACI IL TUO QUARTIERE

MOSTRA FOTOGRAFICA : RACCONTACI IL TUO QUARTIERE

Il concorso ,nato dalla collaborazione tra il  Circolo Città Futura di Legambiente e FotografiRomamor, ha visto la partecipazione di circa 20 fotografi che con più di cento scatti hanno rappresentato la realtà del loro vivere la città nei modi più vari possibili.
Vogliamo fare della mostra un punto di incontro non solo degli autori delle foto ma anche di tutti gli appassionati di fotografia,.
Un momento importante è rappresentato dal volontariato, presente attraverso l’iniziativa Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite: un esempio di cittadinanza attiva rivolta alla tutela del patrimonio scolastico che il Circolo Città Futura ha proposto nel V Municipio. L’appuntamento,  svoltosi lo scorso marzo, ha visto coinvolte numerose scuole e centinaia di genitori che per due giorni hanno ripulito e abbellito le aule e le strutture scolastiche dei propri figli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La mostra sarà esposta a Villa de Sanctis (la Casa della Cultura del V Municipio, in via Casilina, 665), dal 13 al 16 novembre.

Ecco il programma:

Programma 

Giovedì 13 novembre: Ore 18.30 inaugurazione della mostra alla presenza dei responsabili Politici e Amministrativi del V Municipio, presentazione dell’iniziativa a cui seguirà un rinfresco

Venerdì 14 novembre: Ore 16.00 apertura dei locali

Ore  18.30 Introduzione alla fotografia di strada e proiezione di alcuni parti del film “Alla ricerca di Vivian Maier” a cura di Giuseppe D’Amico.

Sabato 15 novembre:Ore 10.30 apertura dei locali

Ore 17.30 workshop gratuito “Introduzione alla composizione fotografica” a cura di Luca Guerri.

Ore 19.00 presentazione del libro fotografico “Berlino. Ombre e luci viste da fuori” da parte dell’autore Cristiano Corsini.

Domenica 16 novembre:Ore 10.00 apertura dei locali

Ore 10.30 workshop gratuito su “Pinhole: istruzioni per fotografare senza obiettivo” in ambito analogico e digitale a cura di Cristiana Vazzoler e Paolo del Signore. Durante il workshop possibilità di provare la tecnica nelle vicinanze della mostra ricca di reperti storici.

Ore 12.30  Premiazione e chiusura della mostra

Puliamo il mondo

Puliamo il mondo

Domenica 28 settembre 2014 si è svolta una bellissima edizione di Puliamo il Mondo. Bella perché ha visto protagonisti vari soggetti e persone:
i nostri soci e i volontari del Circolo Città Futura Legambiente; i soci e i volontari dell’Associazione “100zampe” che ha adottato e gestisce un’area cani nel parco Teoli;
i volontari di Retake; cittadini che vivono nel quartiere Villa de Sanctis.

E’ stata  una Puliamo il Mondo itinerante, perché siamo partiti dal Parco Teoli e siamo arrivati a Villa de Sanctis passando per piazza S.Gerardo alla Majella e spontaneista (qualcuno ha usato le scope di casa per pulire la piazza, forse perché la sente come un pezzo della propria casa).
A tutti i partecipanti va il nostro più affettuoso: Grazie.
Puliamo il mondo 2014

Puliamo il mondo 2014

In occasione della giornata internazionale Clean Up the World – Puliamo il Mondo e del 2° Cleaning Day Nazionale i volontari del Circolo Legambiente Circolo Città Futura, RetakePRoma e Associazione 100 Zampe svolgeranno un’azione simbolica e concreta al tempo stesso.

Si inizierà la mattina alle 10,00 al Parco Teoli dove l’associazione 100 zampe ha creato un’area cani; da lì ci si sposterà sulle strade del quartiere per renderle più decorose e vivibili.

A seguire l’attenzione dei volontari sarà rivolta alla Luna, simbolo del Parco di Villa De Sanctis, per rimuovere le tag che deturpano una delle opere che dovrebbe abbellire l’area.

Alle 18,30 si tornerà a Parco Teoli per il gran finale con l’inaugurazione ufficiale dell’area 100 Zampe alla presenza anche delle Istituzioni Municipali.

Misticanza culturale

Misticanza culturale

Misticanza culturale

Rassegna di musica, danza e letteratura dal mondo: Il Subcontinente indiano

La cooperativa sociale “Abitus” in collaborazione con l’associazione “Volontari Capitano Ultimo onlus” e il Centro Ricerche Teatrali “scenamadre” è lieta di presentare Misticanza Culturale, la due giorni dedicati alla cultura, alla musica e ai sapori del Subcontinente indiano che il prossimo 12 e 13 settembre andrà ad aggiungersi al ricco calendario di eventi promosso da Estate Romana.

La mostra fotografica – Elemento di punta della due giorni alla scoperta dell’India sarà la mostra fotografica Barefoot Photographs di Stella Morielli e Shweta Rao, due giovani antropologhe che attraverso la fotografia hanno reso omaggio ai popoli del deserto di Thar, una vasta e arida regione nella parte nord-occidentale del subcontinente indiano, nota anche come Grande Deserto Indiano. I colori smaglianti e i sorrisi genuini celebrano la vita in tutte le sue forme, una coraggiosa ma rispettosa opposizione all’arida terra che le circonda. L’esposizione è un piccolo tentativo di raccontare voci e storie del deserto, inaudite a coloro vivono nel comfort delle città. Un progetto che nasce dal senso di responsabilità, come esseri umani, di salvaguardarne la cultura, difenderne il modo di vivere e celebrarne la storia. Attraverso questo sguardo sul deserto le giovani artiste offrono un encomio e allo stesso tempo una lezione alla vita, ma più di tutto un omaggio a tutta quella gente la cui sopravvivenza dipende da una singola goccia d’acqua.

A rendere il nostro viaggio ancora più suggestivo ci saranno anche letture, proiezioni cinematografiche, performance danzanti e degustazioni che andranno a fondersi agli elementi naturalisti e multiculturali del parco Tenuta della Mistica.

La periferia romana – La manifestazione trae ispirazione dai luoghi che la ospitano, la Tenuta della Mistica, una vasta area a ridosso del Grande Raccordo Anulare di Roma dall’alto profilo paesaggistico e agricolo, dove i romani in passato raccoglievano proprio la misticanza, un insieme di erbette di campo che, mescolate, danno un sapore davvero unico. Da anni, in quest’area periferica della città, è attivo un progetto di riqualificazione, recupero e valorizzazione ambientale promosso da diverse realtà associative attive sul territorio, dal V Municipio (ex VII) e condiviso con il Comune di Roma. Un progetto che dona ancora più valore alla scelta della location, quale luogo che, gradualmente, si sta trasformando in un centro di aggregazione per le realtà del Terzo settore, di promozione culturale, ma più di tutto di inclusione sociale.

www.estateromana.it

Twitter @estateromana (hashtag #EstateRomana2014)

Facebook  www.facebook.com/EstateRomanaRomaCapitale

VI PREMIO GIORNALISTICO INTITOLATO A LIDIA GIORDANI

VI PREMIO GIORNALISTICO INTITOLATO A LIDIA GIORDANI

Al via la VI edizione del Premio Giornalistico “Oltre le righe” intitolato a Lidia Giordani, giornalista con la passione per l’economia e l’ambiente scomparsa all’età di 35 anni. Il Premio, ideato e promosso da Legambiente Circolo Città Futura, è rivolto a tutte le giornaliste donne professioniste, pubbliciste, praticanti, collaboratrici di testata o blogger che abbiano al massimo 35 anni. Gli scritti sul tema “La Bella Italia: le buone pratiche sostenibili per uscire dalla crisi” dovranno essere inviati entro il 15 settembre 2014. In palio la partecipazione al corso di giornalismo ambientale Laura Conti e tablet.

premiolocandina

Legambiente Circolo Città Futura lancia la VI edizione del Premio Giornalistico “Oltre le Righe” intitolato a Lidia Giordani, giornalista con la passione per l’economia e l’ambiente scomparsa troppo presto, all’età di 35 anni, dopo una breve e terribile malattia. Il Premio Giornalistico intitolato a suo nome intende ricordarla con il sostegno a una giovane giornalista impegnata in particolare sui temi ambientali per favorire la conoscenza e la comprensione della complessità degli eventi che ci circondano. Il Premio è rivolto a tutte le giornaliste donne professioniste, praticanti, pubbliciste, collaboratrici di testata o blogger che abbiano al massimo 35 anni.

Per partecipare al concorso, basta inviare entro il 15 settembre 2014 un articolo di minimo 3.500-massimo 6.000 battute sul tema della bellezza e dell’ambiente “La Bella Italia: pratiche sostenibili contro la crisi”, il curriculum e la scheda di partecipazione. I documenti potranno essere inviati via mail a cittafuturacircolo@gmail.com oppure via posta (farà fede la data di invio) a: Segreteria del Premio Giornalistico Lidia Giordani, presso Studio Legale Sterpetti, C.ne Clodia, 86, 00195, Roma.

Le vincitrici saranno nominate entro il 6 ottobre 2014, proclamate da una giuria composta da: Marco Fratoddi, direttore la Nuova Ecologia; Anna Laura Bussa, Associazione Stampa Parlamentare; Fabio Rosati, Ufficio Stampa Camera dei Deputati; Milena Dominici, capo Ufficio Stampa di Legambiente; Paola Castiglia, giornalista e scrittrice; Letizia Palmisano, giornalista ambientale.

Il premio per la 1° classificata consiste nell’iscrizione alla XIV edizione del Corso EuroMediterraneo di giornalismo ambientale Laura Conti organizzato da La Nuova Ecologia e in un’opera a carattere ambientale realizzata dal pittore Carlo Efisio Marrè Brunenghi. Il corso si terrà dal 3 novembre al 13 dicembre 2014 presso il Campus Universitario di Savona. Il 2° premio consiste in un tablet e un buono libri del valore di 100 euro delle edizioni Ambiente e Terra Nuova, da spendere presso la società Ecosmorzo di Roma. Ambedue i Premi sono donati dall’Associazione Stampa Parlamentare. Il 3° Premio infine consiste in un tablet donato dall’Associazione Stampa Parlamentare.

Il Premio Giornalistico “Oltre le righe” intitolato a Lidia Giordani è organizzato da Legambiente Circolo Città Futura in collaborazione con Legambiente Onlus, La Nuova Ecologia, Studio Legale Sterpetti e con il patrocinio dell’Associazione Stampa Parlamentare.

Per ulteriori informazioni sul concorso vi invitiamo a consultare il bando .

Contatti:

Legambiente Circolo Città Futura, viale della Venezia Giulia, 69, 00177 Roma

Telefono: 3477334494, 347 9030721, 3494598080

Email: cittafuturacircolo@gmail.com

Sito internet:https://legambientecittafutura.wordpress.com

Facebook: http://www.facebook.com/circolocittafutura.legambiente

Studio Legale Sterpetti – Segreteria del Premio Giornalistico Lidia Giordani:

C.ne Clodia, 86, 00195, Roma, telefono 0637353185, telefax 0683395105

 

Media Partner

ECO OWL

logoEcoAltaDefinizione

  logo econews

abitarearoma logo

 nuovaecologia logo

festAmbiente 9 Giugno-15 Giugno 2014

festAmbiente 9 Giugno-15 Giugno 2014

Ritorna festAmbiente

vi segnaliamo i primi due appuntamenti ai quali non potete mancare!!

LUNEDì 9 GIUGNO : dalle ore 17:00 vi aspettiamo presso la scuola media Baracca, per lavorare insieme al ripristino del campo esterno della scuola,contemporaneamente tornei di Basket , ping-pong e dimostrazioni di arti marziali.
Concluderemo la serata con un piacevole pic-nic sul campo.

MARTEDI 10 GIUGNO: ci occupiamo di avviare la manutenzione del giardino di Viale Venezia Giulia (accanto alla sede del nostro Circolo) per renderlo accessibile e sicuro. Anche in questa giornata non mancherà l’occasione di trascorrere del piacevole tempo insieme, concludendo le attività con un aperitivo in sede. Appuntamento alle ore 17:00 presso la sede del Circolo.

locandina 2014 (1)-p1

Car2Go sbarca a Roma

Car2Go sbarca a Roma

Il nuovo servizio di car sharing con un’offerta speciale per gli amici di Legambiente.

 

A Roma è arrivato Car2go, il nuovo modo per muoversi in città.Car2Go è il servizio di carsharing “punto a punto” che permette di prendere e lasciare l’auto dov’è più comodo nell’ambito cittadino al costo di 0,29 centesimi al minuto e a tariffe orarie e giornaliere scontate. Attraverso l’App è possibile individuare l’auto più vicina, prenotarla e verificare il livello di carburante presente. Le tariffe sono comprensive di tutto: noleggio vettura, carburante, assicurazione, parcheggio (in aree autorizzate) e manutenzione.Paghi solo quando usi la vettura, non ci sono costi mensili e in fase di lancio l’iscrizione è gratuita (fino al 15 Aprile) e include 30 minuti di guida gratuiti. La Card si può ritirare entro il 30 Aprile presso una delle sedi di Legambiente abilitate.

Il circolo Città Futura, per la zona sud-est di Roma, è in viale della Venezia Giulia 69 (zona Villa Gordiani). 

Ci trovate dal Lunedì al Venerdì dalle 15,00 alle 20,00.

Come si fa:

Andate su https://www.car2go.com/it/roma/

clicca su CAR2TO ISCRIVITI GRATUITAMENTE

inserite i vostri dati personali

Se siete soci Legambiente alla voce “codice promozionale” inserite il codice Legambiente 14R1IT31045.

una volta compilati tutti i campi obbligatori cliccate su “diventa cliente”

controllate la vostra posta elettronica

riceverete una e-mail per confermare la registrazione

cliccate sul link che riceverete via email per attivare il vostro account

fate il log-in sul sito di car2go

aggiungete i dati relativi alla patente di guida e alla modalità di pagamento (vanno bene anche le carte prepagate).

Seconda fase: ritirate la tessera presso la nostra sede  Legambiente Circolo Città Futura  abilitate portando con voi PATENTE e la CARTA DI CREDITO o PREPAGATA che avete registrato all’atto dell’iscrizione.

 

Nontiscordardimè 2014

Nontiscordardimè 2014

Nontiscordardimè
Operazione scuole pulite 2014

 

Sabato 15 marzo torna Nontiscordardimé di Legambiente, la campagna dedicata
alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici.

 “Una giornata di mobilitazione collettiva ma anche un’occasione per far presente alle istituzioni le carenze e i problemi degli edifici scolastici”

 Murales, pulizia delle aule, piantumazioni di piante e fiori nei cortili, ritinteggiature degli spazi comuni: torna sabato 15 marzo Nontiscordardimé di Legambiente, la giornata nazionale di volontariato dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici, rivolta a tutte le scuole di ogni ordine e grado. Un momento di educazione alla cittadinanza attiva per i ragazzi, utile inoltre per fare presente alle amministrazioni eventuali carenze e necessità di intervento negli edifici.

Quest’anno parteciperanno all’iniziativa 518 scuole di tutta Italia con 4204 classi e la partecipazione di circa 85.100 ragazzi.

“Nontiscordardimé – spiega Vanessa Pallucchi, responsabile nazionale di Legambiente Scuola e Formazione – vuole essere una grande giornata di festa e di impegno collettivo per salvaguardare, tutelare e valorizzare la scuola e il territorio in cui si vive. La scuola è un importante bene comune, un laboratorio che produce e diffonde bellezza, un luogo primario per la formazione alla cittadinanza e la sperimentazione della convivenza civile e un presidio di qualità del territorio. Da sempre Legambiente crede nel ruolo di interscambio fra scuola e territori, una scuola in grado di sensibilizzare le nuove generazioni alle tematiche ambientali e di promuovere, attraverso progetti didattici di alta qualità, buone pratiche di sostenibilità del territorio. Le scuole stanno tuttora continuando ad aderire e la partecipazione che ogni anno questa iniziativa registra dimostra non solo il grande interesse di cittadini e studenti a questi temi, ma anche la voglia di fare qualcosa di concreto per rilanciare, rendere più belli e accoglienti gli edifici scolastici. Purtroppo negli ultimi la scuola pubblica, anche a causa della grave crisi economica, ha subito numerosi tagli e ha ricevuto pochi investimenti. Quello che serve oggi al nostro Paese è una seria strategia politica e un piano nazionale di investimenti che permettano di affrontare una volta per tutte il problema della riqualificazione del patrimonio scolastico italiano”.

Da anni Legambiente denuncia la necessità di un impegno maggiore delle istituzioni per mettere in sicurezza molti edifici scolastici e il suo dossier Ecosistema Scuola 2013 riporta dati ancora molto preoccupanti: in Italia il 37,6% delle scuole necessita di interventi di manutenzione urgente, il 40% sono prive del certificato di agibilità, il 38,4% si trova in aree a rischio sismico e il 60% non ha il certificato di prevenzione incendi. Numeri che confermano lo stallo in cui si trova la qualità del patrimonio dell’edilizia scolastica italiana, che fatica a migliorare.

Nel Municipio V di Roma Capitale tante le scuole che hanno deciso ,anche grazie alla collaborazione con le istituzioni locali, di “rimboccarsi le maniche”, un numero tanto alto di adesioni da rendere il Municipio stesso vetrina nazionale. Per questo Legambiente ha invitato gli organi di stampa e i rappresentanti politici nazionali e locali all’iniziativa perché possano vedere da vicino i problemi strutturali delle nostre scuole. In particolare, come ogni anno, l’invito è stato inviato al MIUR, Ministero di competenza per le politiche educative e scolastiche. Venerdì e sabato genitori, alunni e volontari si dedicheranno al ripristino di spazi, alla tinteggiatura di aule e cortili e alla riqualificazione di aree verdi nei plessi degli Istituti: Manzi, Luca Ghini, via della Venezia Giulia, via Valente, via Anagni, via Ferraironi, Mancini e via Dal Verme.

“Questa straordinaria adesione – racconta Luciano Ventura, coordinatore dell’iniziativa nel Municipio V – è l’esempio di quanto i cittadini si sentano vicini ai problemi della scuola ed è il proseguimento di quel Patto civico per la scuola pubblica che lanciammo in occasione nell’edizione di Nontiscordardimé dello scorso anno”. Particolarmente soddisfatto Amedeo Trolese, Presidente del circolo Città Futura di Legambiente: “Grandi numeri di partecipazione che ci spingono a lavorare di più per le scuole del nostro territorio. Un segnale positivo la collaborazione di associazioni che nelle scuole fanno attività durante l’anno. Saranno infatti con noi –spiega Amedeo Trolese – l’ACSD Casilino 23 e l’ADESCTM che con la loro offerta, rispettivamente  sportiva e teatrale, contribuiscono ad alzare la qualità culturale dei nostri quartieri”.

E per chi vuole c’è anche il concorso fotografico “La scuola in un click”, il cui tema è “Prima e dopo Nontiscordardimé”: il racconto dei momenti più significativi della giornata. Le classi e le scuole che intendono partecipare al concorso dovranno inviare sei foto, sia a colori sia in bianco e nero, con una sintetica descrizione della giornata che racconti le attività realizzate per Nontiscordardimé.

Tutte le informazioni su http://www.legambientescuolaformazione.it/

Per informazioni citta_futura@libero.it 349.459.8080

Treno Verde: dal 4 al 6 marzo alla Stazione Termini

Treno Verde: dal 4 al 6 marzo alla Stazione Termini

Storica campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato che ha lo scopo di monitorare lo stato dell’inquinamento atmosferico e acustico nelle città italiane.

Treno Verde 2014, disegniamo le città Dal 4 al 6 marzo torna a Roma il Treno Verde!

Il convoglio ambientalista viaggia con un carico speciale: le carrozze sono allestite con una mostra interattiva per grandi e piccoli che informa sullo stato di salute del Pianeta, suggerisce idee e cambiamenti per un futuro migliore.

treno-verde-romaMartedì 4 è previsto l’incontro “Siamo tutti sullo stesso treno” con rappresentanti della Regione Lazio, comitati, amministratori locali, pendolari e Trenitalia per fare il punto sul trasporto pubblico pendolare, ore 16 binario 1 della Stazione Termini.

Il 7 marzo è prevista la conferenza stampa finale di presentazione dei risultati del monitoraggio.

La parola d’ordine di questa edizione è ‘disegniamo le città’!

Il Treno Verde è aperto dalle 10 alle 13:30 per le classi prenotate e dalle 16:00 alle 19:00 per il pubblico.

L’ingresso è gratuito.

PER LE SCUOLE

Le scuole possono prenotare la visita gratuita sul Treno Verde per mostrare ai ragazzi le mostre interattive che attraverso video, pannelli e giochi ci fanno capire i principali problemi delle nostre città e non solo. Per prenotare la visita basta scaricare la scheda di adesione, compilarla e inviarla tramite fax al numero 06 8535 5495 oppure tramite email all’indirizzo m.boiano@legambientelazio.it

Lettera per le scuole

Scheda di adesione al Treno Verde

Per maggiori info consultare il sito:    http://www.legambientelazio.it/

Fuori dalla palude del sistema Malagrotta

Fuori dalla palude del sistema Malagrotta

Le proposte di Legambiente per liberare Roma e il Lazio dalla dittatura delle discariche Roma,
giovedì 27 febbraio ore 16,30 Casa della Cultura- Villa de Sanctis, via Casilina

Coordina i lavori:
Amedeo Trolese, presidente del Circolo Città Futura
Introduce:
Giorgio Zampetti, responsabile scientifico di Legambiente

Intervengono tra gli altri:
Giammarco Palmieri, presidente del Municipio 5 di Roma;
Giulia Petroletti, Assessore all’Ambiente del Municipio 5 di Roma;
Roberto Scacchi, Direttore di Legambiente Lazio;
Gianfranco Bongiovanni, Occhio del Riciclone

Conclude Luciano Ventura, Circolo Città Futura di Legambiente

Sono stati invitati: i capigruppo dei gruppi consiliari dell’Assemblea Municipale.
Sono invitati: i comitati e i gruppi di cittadini organizzati del V municipio

 Roma, giovedì 27 febbraio ore 16,30 Casa della Cultura- Villa de Sanctis, via Casilina

Roma, giovedì 27 febbraio ore 16,30
Casa della Cultura- Villa de Sanctis, via Casilina
Festa ai Fori 14 15 settembre

Festa ai Fori 14 15 settembre

00140-via-dei-fori-imperiali Domenica 15 settembre

il circolo parterciperà con una passeggiata in bicicletta con partenza dal nostra sede di viale della Venezia Giulia 69 alle 9,30 con la bici fino a raggiungere i Fori, dove saremo presenti con le nostre proposte di una mobilità sostenibile per il Municipio Roma V. Vi spettiamo è gradita una Vs conferma.

26 settembre ore 10.00 viale Agosta – 29 settembre ore 10.00 piazza Sabaudia

26 settembre ore 10.00 viale Agosta – 29 settembre ore 10.00 piazza Sabaudia

 

DuPuliamoIlMondoe appuntamenti da non perdere

26 settembre ore 10.00 Parco Somaini e viale Agosta

Tutti insieme per ripulire l’area verde in occasione della più grande iniziativa mondiale di volontariato ambientale che si svolge in contemporanea in tutta Italia.

Tutti Insieme per rivendicare Parco Somaini, difenderlo dalle speculazioni edilizie e trasformare l’area in un grande parco a salvaguardia della salute nostra e delle nuove generazioni.

Titti insieme a noi per chiedere, decoro, pulizia e vivibilità di viale Agosta

Con noi ci saranno i volontari di MasterCard Worldwide

29 settembre ore 10.00 a piazza Sabaudia

Il circolo torna dopo 19 anni nel giardino di piazza Sabaudia, dove è tornato il degrado e l’abbandono e questo è intollerabile. Unisciti a noi per chiedere una migliore qualità della vita. Vieni e dai una mano a migliorare il tuo quartiere.

Con noi ci saranno i volontari di Wind.

Premiare chi produce meno rifiuti

Premiare chi produce meno rifiuti

tares9           SOTTOSCRIVI LA PETIZIONE

Al Presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta
Al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Andrea Orlando
Al Ministro dell’economia e delle inanze Fabrizio Saccomanni

Chi produce meno rifiuti deve essere premiato. La nuova tassazione a carico delle famiglie e delle aziende deve essere equa e premiare i comportamenti virtuosi.
La nuova tassa sui rifiuti, la Tares, rischia invece di aggravare ulteriormente il peso fiscale sugli italiani. È un’ingiustizia. Il Governo deve rivedere il nuovo tributo sui rifiuti, che deve rispettare il principio europeo “chi inquina paga” e deve essere calcolato solo sulla effettiva produzione di rifiuti indifferenziati, permettendo alle utenze più virtuose di pagare meno.

In Italia la gestione dei rifiuti sta vivendo una fase di grande evoluzione. Sono oltre 1300 i Comuni ricicloni che in tutto il Paese superano l’obiettivo di legge del 65% di raccolta differenziata, si stanno diffondendo le buone pratiche locali per la riduzione degli imballaggi inutili, sono sempre più numerosi gli impianti di riciclaggio che costituiscono l’ossatura portante della green economy dei rifiuti.

Ma ci sono ancora tanti problemi irrisolti. Continuiamo a produrre troppi rifiuti e a smaltirne quasi la metà nelle inquinanti discariche. In più di settemila Comuni italiani la quantità di rifiuti prodotti è irrilevante nel determinare l’ammontare della tassa, mentre solo alcune centinaia di enti locali fa pagare in base alle quantità effettivamente prodotte grazie alla tariffazione puntuale. Tutto questo è assolutamente inaccettabile.

Oggi è possibile affrontare in concreto la sfida della riduzione, come è riuscita a fare ad esempio la Germania, utilizzando una equa leva economica,

petizione-italia-rifiuti-free

Operazione Rastrelliere

Operazione Rastrelliere

Operazione Rastrelliere

Operazione Rastrelliere Sostenere OPERAZIONE RASTRELLIERE è semplicissimo! Se siete clienti di Decathlon fatevi rilasciare, se non la avete, una carta fedeltà. . Una volta ottenuta la carta fedeltà chiedete che sia abbinata al Circolo Città Futura di Legambiente. Ad ogni acquisto riceverete dei punti che si trasformeranno in buoni acquisto per voi. Ad ogni vostro acquisto il circolo riceverà l’equivalente del 50% dei vostri punti. Dopo un anno i punti accumulati li trasformeremo in rastrelliere per le scuole.
Restituire spazi ai bambini: la città può e deve essere bellezza, vivibilità e sicurezza. Costruiamo una città in cui gli spazi pubblici siano spazi di aggregazione e socializzazione, in cui monumenti e opere d’arte siano valorizzati e accessibili, in cui, soprattutto, ci si possa muovere a piedi o in bicicletta senza dover affrontare un percorso ad ostacoli e in cui anche ai bambini sia riconosciuto questo diritto!
Per questo il circolo Città Futura di Legambiente ha aderito alla campagna nazionale sulla mobilità Vado a scuola con gli amici (con il bus, a piedi o in bici) per sensibilizzare cittadini e amministratori nella promozione di percorsi casa-scuola senz’auto. Andare e tornare a scuola a piedi o in bicicletta in compagnia degli amici è un desiderio dei bambini e noi vogliamo realizzarlo per migliorare la loro e la nostra qualità della vita.
Servono però gesti concreti e per questo, in collaborazione con Decathlon Prenestina, invitiamo tutti ad aderire all’OPERAZIONE RASTRELLIERE. L’obiettivo è fornire le rastrelliere alle scuole del territorio.
In collaborazione conLogoDecathlonPrenestina

https://www.facebook.com/circolocittafutura.legambiente?fref=ts

Manifestazione NO AL CEMENTO

Manifestazione NO AL CEMENTO

rifiuti

“Riprendiamoci la città” 
sabato 19 gennaio, ore 14.30, piazza Vittorio 

Come sapete, nelle prossime settimane l’Assemblea capitolina si troverà a discutere decine e decine di delibere per nuovo cemento in città, un pacchetto urbanistico che rischia di vedere piombare sulla città, e soprattutto nell’agro romano, migliaia di inutili case che non risponderanno alla domanda di casa a basso costo che c’è, facendo tornare il già enorme
Piano Regolatore quarant’anni indietro, ben oltre i 100 milioni di metri cubi dai 64 approvati in modo già enorme e in gran parte realizzati:

nel Municipio Roma 6 potrebbero essere approvati 2.000.000 di metri cubi pari alla cancellazione completa di quasi tutte le aree verdi del Municipio, all’aumento di 15.000 abitanti, di traffico, caos, rumori e inquinamento con ricadute serie sulla salute e la qualità della vita dei cittadini.

Per sventare questo attacco, in piena campagna elettorale per la Regione e il Comune, c’è bisogno di una forte reazione, di una vera e propria campagna che tocchi i quartieri, i territori.

Iniziative
Dal punto di vista della mobilitazione il primo appuntamento al quale Legambiente aderisce, e dove è quindi importante avere una nostra presenza visibile, è la
MANIFESTAZIONE “Riprendiamoci la città” che si terrà sabato 19 gennaio ore 14.30 a piazza Vittorio,
promossa da una rete allargata che va dai movimenti per il diritto all’abitare, agli ambientalisti, ai movimenti per l’acqua, alla rete Roma non si vende che ha lavorato con successo per sventare la vendita di Acea.
Saremo, inoltre, presenti il più possibile alle sedute dell’Assemblea capitolina.

Roma da Matt, ovvero l’interpretazione restrittiva e antidemocratica della Circolare Gabrielli da parte del Municipio Roma V

Ricordate “Roma da Matt” la storica rubrica ospitata dal quotidiano Paese Sera? Si trattava di proposte per migliorare la città , considerate “da matti” che però, andando nello specifico, si capiva bene che non erano così da matti ma erano interessanti e futuristici progetti innovativi. Nel leggere attentamente questo articolo scoprirete una vicenda reale alquanto “da matt” e che non ha nulla di innovativo e migliorativo per la città, anzi riguarda l’agibilità politica e democratica nel Municipio Roma V.

In data 6 luglio al presidente del Circolo Città Futura Amedeo Trolese è giunto da parte della direzione del Municipio Roma V, attraverso posta elettronica, un documento in cui si chiedeva di inviare “una relazione e relativa documentazione finalizzata ad uno scrupoloso riscontro delle garanzie di Safety e Security previste dalla Circolare del Capo della Polizia. Un’urgente richiesta motivata dalla nuove procedure, al fine di permettere il prosieguo delle manifestazioni programmate”.La circolare in merito contiene ben 17 obblighi da rispettare in materia di “Safety e Security” per poter proseguire nella manifestazione programmata del Circolo, ovvero la raccolta firme “SalvailSuolo” che prevede l’utilizzo di un banchetto di misura 1×1.

Il presidente del Circolo Città Futura di Legambiente, Amedeo Trolese, pensando che l’email fosse stata inviata al Circolo per sbaglio (vi invitiamo a leggere questi 17
obblighi) ha deciso di prendere carta e penna 2.0 per chiedere al direttore delucidazioni in merito e così gli ha scritto:

“Buon giorno direttore, nei giorni scorsi ho ricevuto la sua mail e penso che ci sia un errore nella trasmissione, perché a suo tempo io ho richiesto l’Osp (che ci è stata accordata) per una raccolta firme per un tavolo 1×1 e non per organizzare il concerto di Vasco Rossi. Sono il Presidente volontario di un’associazione di volontariato e non l’organizzatore del concerto della doppia data degli U2 a Roma. Quindi vorrei capire se è un errore (l’invio della sua email, ndr) oppure dove metto i mezzi antincendio quando dovrò allestire il tavolo per la raccolta firme?”.

A questa email, il presidente Trolese ne ha aggiunta un’altra dove, seriamente,spiegava le modalità con cui si svolge una raccolta firme. La risposta da parte del direttore è stata: “l’email è carente della relazione asseverata di un tecnico abilitato all’Albo. Si comunica altresì che in riferimento alla Safety sono pervenute le linee guide della Prefetture che per una pronta lettura si allegano alla presente. Ove la S.V. entro 10 (dieci) giorni dal ricevimento della presente, non trasmetta quanto chiesto, questo Municipio attiverà la procedura di annullamento della Determinazione Dirigenziale n. 28801 del 20/02/17 di concessone di occupazione suolo pubblico”.

“Carente della relazione asseverata di un tecnico abilitato all’Albo? Albo di che, Albo di cosa? Ora per fare una raccolta firme si deve fare una relazione asseverata di un
tecnico abilitato all’Albo? Roma da Matt! Siamo al ridicolo – afferma Trolese – Questa richiesta del Municipio Roma V mina la partecipazione democratica alla vita sociale del Paese, con questa iniziativa del Municipio è in gioco l’agibilità politica e quindi la vera essenza della democrazia”.

“Vorremo sapere – prosegue Trolese – se il Municipio ha inviato la stessa email alle decine e decine di osp degli ambulanti o agli esercenti di bar e ristorazione che hanno le pedane su strada o ai mercati rionali in sede impropria, cioè su strada. Ma al di là di questo: come è possibile non capire che c’è una differenza tra organizzare un concerto degli U2 o altro avvenimento su piazza che richiami migliaia di persone e una raccolta firme con un tavolo 1×1 o altra iniziativa di volontariato messa in piedi da una associazione? Ci saranno delle differenze o no?

Con queste modalità una associazione di volontariato non potrà ma più avere una Osp perché non potrà mai rispettare queste regole, valide e lo ripeto, per chi organizza eventi che richiamano migliaia di persone e che sono società strutturate per questi eventi e che si possono permettere ‘tecnici abilitati all’Albo’ e i supporti richiesti. Quindi una semplice azione politica di volontariato su strada non si potrà più fare”.

Complimenti. Dopo la direttiva 140 di Marino che ha tolto la sede al Circolo, pur avendone titolo e pagando il canone, il Municipio Roma V toglie anche il diritto di fare politica sul territorio e l’agibilità democratica: a quando la riapertura del confino politico?”

img9-1.jpg

Roma da Matt, ovvero l’interpretazione restrittiva e antidemocratica della Circolare Gabrielli da parte del Municipio Roma V

Ricordate “Roma da Matt” la storica rubrica ospitata dal quotidiano Paese Sera? Si trattava di proposte per migliorare la città , considerate “da matti” che però, andando nello specifico, si capiva bene che non erano così da matti ma erano interessanti e futuristici progetti innovativi. Nel leggere attentamente questo articolo scoprirete una vicenda reale alquanto “da matt” e che non ha nulla di innovativo e migliorativo per la città, anzi riguarda l’agibilità politica e democratica nel Municipio Roma V.

In data 6 luglio al presidente del Circolo Città Futura Amedeo Trolese è giunto da parte della direzione del Municipio Roma V, attraverso posta elettronica, un documento in cui si chiedeva di inviare “una relazione e relativa documentazione finalizzata ad uno scrupoloso riscontro delle garanzie di Safety e Security previste dalla Circolare del Capo della Polizia. Un’urgente richiesta motivata dalla nuove procedure, al fine di permettere il prosieguo delle manifestazioni programmate”.La circolare in merito contiene ben 17 obblighi da rispettare in materia di “Safety e Security” per poter proseguire nella manifestazione programmata del Circolo, ovvero la raccolta firme “SalvailSuolo” che prevede l’utilizzo di un banchetto di misura 1×1.

Il presidente del Circolo Città Futura di Legambiente, Amedeo Trolese, pensando che l’email fosse stata inviata al Circolo per sbaglio (vi invitiamo a leggere questi 17
obblighi) ha deciso di prendere carta e penna 2.0 per chiedere al direttore delucidazioni in merito e così gli ha scritto:

“Buon giorno direttore, nei giorni scorsi ho ricevuto la sua mail e penso che ci sia un errore nella trasmissione, perché a suo tempo io ho richiesto l’Osp (che ci è stata accordata) per una raccolta firme per un tavolo 1×1 e non per organizzare il concerto di Vasco Rossi. Sono il Presidente volontario di un’associazione di volontariato e non l’organizzatore del concerto della doppia data degli U2 a Roma. Quindi vorrei capire se è un errore (l’invio della sua email, ndr) oppure dove metto i mezzi antincendio quando dovrò allestire il tavolo per la raccolta firme?”.

A questa email, il presidente Trolese ne ha aggiunta un’altra dove, seriamente,spiegava le modalità con cui si svolge una raccolta firme. La risposta da parte del direttore è stata: “l’email è carente della relazione asseverata di un tecnico abilitato all’Albo. Si comunica altresì che in riferimento alla Safety sono pervenute le linee guide della Prefetture che per una pronta lettura si allegano alla presente. Ove la S.V. entro 10 (dieci) giorni dal ricevimento della presente, non trasmetta quanto chiesto, questo Municipio attiverà la procedura di annullamento della Determinazione Dirigenziale n. 28801 del 20/02/17 di concessone di occupazione suolo pubblico”.

“Carente della relazione asseverata di un tecnico abilitato all’Albo? Albo di che, Albo di cosa? Ora per fare una raccolta firme si deve fare una relazione asseverata di un
tecnico abilitato all’Albo? Roma da Matt! Siamo al ridicolo – afferma Trolese – Questa richiesta del Municipio Roma V mina la partecipazione democratica alla vita sociale del Paese, con questa iniziativa del Municipio è in gioco l’agibilità politica e quindi la vera essenza della democrazia”.

“Vorremo sapere – prosegue Trolese – se il Municipio ha inviato la stessa email alle decine e decine di osp degli ambulanti o agli esercenti di bar e ristorazione che hanno le pedane su strada o ai mercati rionali in sede impropria, cioè su strada. Ma al di là di questo: come è possibile non capire che c’è una differenza tra organizzare un concerto degli U2 o altro avvenimento su piazza che richiami migliaia di persone e una raccolta firme con un tavolo 1×1 o altra iniziativa di volontariato messa in piedi da una associazione? Ci saranno delle differenze o no?

Con queste modalità una associazione di volontariato non potrà ma più avere una Osp perché non potrà mai rispettare queste regole, valide e lo ripeto, per chi organizza eventi che richiamano migliaia di persone e che sono società strutturate per questi eventi e che si possono permettere ‘tecnici abilitati all’Albo’ e i supporti richiesti. Quindi una semplice azione politica di volontariato su strada non si potrà più fare”.

Complimenti. Dopo la direttiva 140 di Marino che ha tolto la sede al Circolo, pur avendone titolo e pagando il canone, il Municipio Roma V toglie anche il diritto di fare politica sul territorio e l’agibilità democratica: a quando la riapertura del confino politico?”

img9-1.jpg