Autore: Legambiente Città Futura

Parco Archeologico di Centocelle: “Concedere la proroga ai rottamatori è una decisione antiambientalista”

Parco Archeologico di Centocelle: “Concedere la proroga ai rottamatori è una decisione antiambientalista”

Neanche il crescente numero di incendi che dall’inizio della stagione estiva devastano il Parco Archeologico di Centocelle sembra aver scosso le coscienze del Consiglio capitolino. A dimostrazione di questo, la decisione di bocciare la mozione presentata da Sinistra Italiana – su sollecitazione del Coordinamento Parco Archeologico di Centocelle Libero – di riattivare l’iter per la delocalizzazione degli sfasciacarrozze di viale Palmiro Togliatti fuori dal Grande Raccordo Anulare. 

Secondo l’assessore alla Sostenibilità Ambientale, Pinuccia Montanari e il presidente della Commissione capitolina Ambiente Daniele Diaco, lo spostamento degli autodemolitori, se ne contano ben 24 (contando solo quelli autorizzati), equivale semplicemente a spostare il problema altrove. 

La delocalizzazione degli autodemolitori – afferma Amedeo Trolese, presidente del Circolo Città Futura Legambiente – è una conditio sine qua non per la piena fruizione del parco da parte della cittadinanza. Non è possibile infatti che all’interno di un’area con vincoli archeologici e paesaggistici siano presenti degli sfasciacarozze, senza parlare della totale incompatibilità ambientale di queste attività. Inoltre loro sono disponibili a delocalizzarsi.

La decisione di concedere la proroga ai rottamatori è antiambientalista e insostenibile – continua Trolese – l’Amministrazione Capitolina pensa che un giorno gli autodemolitori scompariranno da soli. Che è lo stesso pensiero che si è usato per lo pseudo-piano dei rifiuti di Roma, salvo poi programmare di portarne un milione di tonnellate all’inceneritore di Colleferro.

Non è questo che vogliono e che aspettano da 40 anni i cittadini del quadrante di Roma sud-est. Il Parco Archeologico di Centocelle è strategico – conclude il presidente del Circolo Città Futura Legambiente – per la riqualificazione ambientale, sociale e culturale di questa importante porzione di città, un corridoio ecologico unico. Ma che ne pensa la Giunta Boccuzzi?”.

Circolo Città Futura Legambiente: “Un patrimonio naturale e non solo sta andando in fumo sotto gli occhi incuranti delle istituzioni”

Ph Facebook

Sono più di 10 giorni che alcuni dei parchi del Municipio Roma V vanno continuamente a fuoco, per non parlare dei roghi che si sprigiona dai campi nomadi della zona di Tor Sapienza nell’indifferenza più totale dell’amministrazione comunale e municipale.

Ci piacerebbe sapere se sono in corso indagini giudiziarie oppure amministrative, con conseguenti analisi dell’aria e dei terreni. Ci piacerebbe avere qualche informazione, ma abbiamo il nulla ricoperto dal niente.

Un patrimonio naturale e non solo sta andando in fumo sotto gli occhi incuranti delle istituzioni. Cosa succede in questa città?

“Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”, l’iniziativa di Legambiente nel Municipio Roma V

“Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”, l’iniziativa di Legambiente nel Municipio Roma V

Se la scuola è pulita e curata, frequentarla è più bello! Con questo spirito insegnanti, genitori ed alunni del Municipio Roma V hanno aderito alla storica iniziativa rivolta alle scuole di Legambiente “Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”.

Attraverso queste giornate di pulizia straordinaria, Legambiente ha voluto promuove azioni concrete di rigenerazione di spazi scolastici coinvolgendo chi vive in prima persona questi luoghi – dirigenti, docenti e personale ATA – e chi li frequenta – genitori e bambini – cogliendo l’occasione per sottolineare l’importanza di trasmettere i valori di un’educazione alla cittadinanza attiva e di venire a conoscenza delle problematiche della scuola da fare presenti alle amministrazioni.

Nel corso di questi mesi sono stati diversi gli istituti sparsi nel vasto territorio del Municipio Roma V che si sono adoperati per migliorare l’ambiente scolastico, grazie anche al supporto del Circolo Città Futura di Legambiente. A partecipare all’iniziativa le scuole materne comunali: “Fausto Cecconi”, “Gioacchino Gesmundo”, “Grazia Deledda”, “Il Pettirosso”, “Trilussa”, “Alessandro Marcucci”.

“Siamo stati davvero felici di lavorare al fianco di persone di buona volontà che hanno deciso di rimboccarsi le maniche per riportare le scuole del territorio ad uno stato di decoro– afferma Amedeo Trolese, presidente del Circolo Città Futura – Oltre a sensibilizzare i cittadini attuali e futuri sull’importanza di amare e rispettare l’ambiente in cui viviamo, è stata un’occasione importante per interfacciarsi con l’amministrazione municipale sui reali problemi delle strutture scolastiche – continua Trolese – Per questo, ringraziamo l’Assessora del Municipio Roma V Jessica Amadei, per la disponibilità e la collaborazione”.

Un grazie va anche agli operatori di Ama Roma, partner di “Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite”, che hanno fornito alle scuole attrezzature e materiale per la pulizia. Centinaia i sacchi riempiti e recuperati al termine delle giornate di volontariato che sono stati correttamente smaltiti e differenziati.

“Contro la dismissione del campo di calcio di #VillaGordiani, serve una rigenerazione urbana della zona”

“Contro la dismissione del campo di calcio di #VillaGordiani, serve una rigenerazione urbana della zona”

Sembra che stia per essere scritta la parola fine sulla lunga e gloriosa storia del campo di calcio del Parco Archeologico di Villa Gordiani. Questa è infatti la decisione presa dalla giunta Boccuzzi, del MunicipioRomaV all’interno della direttiva n°18 dell’8 maggio 2017, che intende dismettere l’area dell’ex impianto sportivo e farla tornare parte del verde pubblico.

Il Circolo Città Futura di Legambiente, che opera da oltre 20 anni sul territorio del Municipio Roma V, si schiera fermamente contro questa scelta. “Il campo di calcio di Villa Gordiani rappresenta un punto di riferimento importante per il quartiere – afferma il presidente del Circolo, Amedeo Trolese – un luogo storico.

Quella parte di  VillaGordiani è da sempre stata a vocazione sociale, sono presenti la bocciofila ed il centro anziani, ma anche il campo di basket e la pista di pattinaggio. Inoltre, le attività sportive possono, anzi devono, coesistere con i parchi. Troviamo intollerabile che questa giunta – continua Trolese – scappi dai problemi e prenda delle pericolose scorciatoie per distruggere la storia dei quartieri.

Invece di chiudere e sopprimere la storia dello sport popolare di Villa Gordiani, si avvii una rigenerazione urbana e umana di quella parte di parco rilanciando le attività sportive e sociali attraverso la sostenibilità, simboli di una rinascita della zona che passa anche al rilancio della Scuola Pianelli baluardo democratico e di cultura del territorio.

Questa è la sfida che noi vogliamo lanciare alle istituzioni per portare ad una visione altra ed alta dei quartieri in chiave rigenerativa – conclude il presidente del Circolo Città Futura – Una sfida e un progetto che presenteremo il prossimo 20 maggio nell’ambito della Magnalonga di Roma”.

Convenzioni soci 2017

COSTRUISCI CON NOI IL MONDO CHE VORRESTI: DIVENTA PROTAGONISTA, PARTECIPA ATTIVAMENTE! 

In una città come Roma in cui le problematiche ambientali continuano ogni giorno a creare notevoli disagi per i cittadini di ogni età, l’unica soluzione per svegliare le istituzioni è quella di scendere in campo.

Anche tu con il tuo piccolo contributo puoi fare la differenza, unisciti a Legambiente!n una città come Roma in cui le problematiche ambientali continuano ogni giorno a creare notevoli disagi per i cittadini di ogni età, l’unica soluzione per svegliare le istituzioni è quella di scendere in campo.

CONVENZIONI LEGAMBIENTE CITTÀ’ FUTURA 2017

Legambiente è un’associazione senza fini di lucro, le attività che organizza sono frutto dell’impegno volontario di migliaia di cittadini che con tenacia e fantasia si impegnano per tenere alta l’attenzione sulle emergenze ambientali del Paese.

Entra in azione, ci sono tanti modi per partecipare e ogni contributo, per quanto piccolo, fa parte di un grande progetto: costruire un mondo migliore.

Diventa socio del Circolo Città Futura di Legambiente del Municipio Roma V. Per conoscere le nostre attività vieni a trovarci ogni Mercoledì dalle 18,30 in poi in via Oberdan Petrini 11, oppure seguici sul sito www.legambientecittafutura.wordpress.com o su Facebook: Legambiente Circolo Città Futura; oppure scrivici: cittafuturacircolo@gmail.com

CONVENZIONI LEGAMBIENTE CITTÀ’ FUTURA 2017

Tranvetto Centocelle-Giardinetti, è urgente un incontro con l’assessore alla Mobilità della Regione Lazio

Tranvetto Centocelle-Giardinetti, è urgente un incontro con l’assessore alla Mobilità della Regione Lazio

Il Circolo Città Futura di Legambiente esprime seria preoccupazione sulla vicenda della tratta ferroviaria Centocelle-Giardinetti a seguito della diffusione della nota dell’Osservatorio Trasporti. Come evidenziato da quest’ultimo, sulla situazione del “Tranvetto” è necessario chiedere un incontro con l’Assessore alla Mobilità della Regione Lazio, Michele Civita, per ribadire l’importanza della linea ferrotranviara per i pendolari della zona.

“Il Circolo Città Futura di Legambiente torna nuovamente – spiega il presidente Amedeo Trolese – a sostenere l’importanza della tratta Centocelle-Giardinetti, che prima della sua contrazione alla Stazione di Centocelle trasportava una media di 40.000 passeggeri al giorno tanti quanti l’AV Roma-Milano, sottolineando che non può e non deve essere considerata un doppione della linea C della metropolitana.

Anche perché con la sua sospensione – continua Trolese – non viene sostituito un collegamento su rotaia con una linea metropolitana, bensì con trasporto su gomma (bus 106) e lo stesso per gli autobus che ne percorrono il medesimo itinerario (bus 105). Così, in una città dove l’inquinamento è una delle problematiche più difficili da contrastare, la cura del ferro viene di nuovo soppiantata da un sistema che favorisce l’utilizzo del trasporto privato”.

Il Circolo Città Futura di Legambiente aderisce a “M’illumino di Meno”

Il Circolo Città Futura di Legambiente aderisce a “M’illumino di Meno”

Il Circolo Città Futura di Legambiente aderisce alla tredicesima edizione di “M’illumino di Meno”, l’iniziativa promossa dal programma radiofonico “Caterpillar” in onda sulle frequenze di Rai Radio 2.

Come ogni anno il messaggio principale che si vuole diffondere con questa mobilitazione a livello europeo è quello di mettere in atto un gesto, anche simbolico, per sensibilizzare sul tema dello spreco di risorse.

millumino-di-meno-2017-banner-fb2Per portare avanti quest’obiettivo anche nel territorio del Municipio Roma V, venerdì 24 febbraio – dalle 15 alle 19 – i volontari del Circolo Città Futura promuoveranno a Largo Agosta una raccolta firma in sostegno della campagna europea “Salva il Suolo-People4Soil“, sostenuta da oltre 400 associazioni, al fine di chiedere all’Unione Europea l’istituzione di norme specifiche a tutela del suolo, un bene essenziale al pari dell’acqua e dell’aria.

“Ogni anno in Europa spariscono sotto il cemento 1000 kmq di suolo fertile, un’area estesa come l’intera città di Roma – spiega Amedeo Trolese, presidente del Circolo Città Futura – Nonostante questo, in Europa, non esiste una legge comune che difenda il suolo. I cittadini di tutta Europa chiedono di difenderlo dal cemento, dall’inquinamento e dagli interessi speculativi”.

Per maggiori informazioni sulla petizione visita il sito: https://www.salvailsuolo.it/